Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

Sfida Improbabile: l’intervista al vincitore della prima tappa “domenico7784”

Sfida Improbabile: l’intervista al vincitore della prima tappa “domenico7784”

E’ partita con il week end di Pasqua anche la nuova Sfida Improbabile su Mastergoal (in palio oltre ai singoli montepremi anche 1.500€ di Bonus Extra, vi siete già iscritti vero?). A dominare la prima tappa è stato sicuramente “domenico7784” che oltre al primo posto assoluto (e di conseguenza anche il primo provvisorio nella classifica dedicata) è riuscito a piazzare anche un’altra squadra sul gradino basso del podio. Segno inequivocabile che ha azzeccato le scelte giuste in una giornata anche piuttosto complicata (come sappiamo nella Sfida non ci sono le Big quindi le scelte sono molto più tecniche).

E per festeggiare questa prima vittoria, abbiamo pensato di raggiungerlo per una chiacchierata e conoscere meglio il suo approccio ai fantasy sport!

L’intervista al Vincitore: “domenico7784”

I fantasy sport sono un gioco estremamente appassionante e necessitano anche una certa dose di tecnica e studio necessaria per poter vincere. Ma è soprattutto per il divertimento di poter seguire le partite in una maniera del tutto diversa che risiede parte della sua potenzialità. Ecco perchè ci piace considerare la nostra community di Improbabile.it come una sorta di “Bar” in cui poter conoscerci meglio e condividere la nostra comune passione.

Motivo per cui ci sembra quasi doveroso rendere omaggio ai vari vincitori della nostra “Sfida” interna, che in questo caso ha premiato “domenico7784” che sabato ha proprio azzeccato tutto. Persino un Petagna goleador che gli ha dato quel qualcosa in più per la vittoria.

Lo abbiamo raggiunto per una breve chiacchierata in cui ci ha raccontato qualcosa in più su di lui e sul suo modo di approcciare i fantasy sport.

“Ciao ragazzi, innanzitutto grazie per l’opportunità e per quello che fate per il movimento DFS di cui sono un grande appassionato. Così come del resto lo ero (e lo sono ancora) di Fantacalcio. E’ proprio da lì infatti che tutto è cominciato. Prima con una lega tra amici, che ben presto però sono diventate due e poi ancora tre e via dicendo. C’era però anche la voglia di cambiare qualcosa, di trovare un gioco ancora più vario nelle possibilità. Ed ecco che quando ho saputo dell’arrivo dei fantasy sport, ne sono rimasto subito affascinato. 

Mi entusiasmava soprattutto il poter vedere il giocatore valutato non tanto per un voto soggettivo di un giornalista (spesso a caso), ma per la sua reale prestazione sul campo basata su dati specifici. Il mio approccio iniziale è stato quindi da puro appassionato di calcio, lo sport più bello del mondo a mio parere. Non avevo quindi esperienza di giochi online prima, come invece è capitato ai tanti arrivati dal mondo del poker e che reputo più “strateghi”, nel senso più buono del termine. 

Ho provato quindi subito a giocare su Fantasfida (sempre con il nick “domenico7784”), poi su fantasyteam dove ho anche vinto due o tre tornei di punta, e infine sono approdato su Mastergoal per partecipare a questa Sfida Improbabile in una modalità di gioco che credo mi si addice molto: poter giocare alla pari anche con gli altri “strateghi”, facendo magari qualche scelta fuori dal coro visto che è sempre difficile competere con altri che giocano full entries nei tornei principali. 

Certo non avrei mai pensato di arrivare primo e terzo, ma in effetti la scelta di Petagna (solitamente molto avaro in fatto di gol) affiancato dai soliti noti, ha fatto sì che potessi partire al meglio con questa Sfida e adesso non vedo l’ora di poter tornare in gioco e difendere questo primato.

C’è tanta passione nelle parole di Domenico e non può che farci piacere perchè è questo il vero spirito del gioco. Mi piace anche pensare che il bacino di utenza degli appassionati di fantasy sport sia sempre più ampio, e non riguardi le solite categorie di giocatori degli skill game online (dal poker alle scommesse). E’ proprio tra gli appassionati “puri” del pallone che dovrebbe cercarsi il futuro del giochino.

“Si in effetti non avendo avuto esperienze di gioco online precedenti, a volte fatico a comprendere tutti i termini che molto spesso vedo utilizzati anche sul gruppo. Un gergo “tecnico” sconosciuto che però pian piano cercherò di imparare per potermi confrontare al meglio, e di questo ovviamente vi ringrazio ancora. Per quanto riguarda il gioco invece, io credo comunque che uno dei punti fondamentali da sistemare al massimo sia il Live. E’ questo uno dei punti principali che mi porta a divertirmi e passare una domenica diversa dalle altre, al di là dei vari payout o montepremi.”

Anche senza sapere tutti i termini, ci pare però che Domenico abbia centrato subito un punto fondamentale (che sosteniamo da tempo): il futuro del gioco passa necessariamente per il massimo divertimento e ottima esperienza di gioco durante il Live. Non possiamo che concordare in pieno e ricambiare i complimenti.

Lascia un commento