Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

INSIDE SCORE: Domenico Berardi (Sassuolo)

Domenico Berardi è uno di quei giocatori che sembrava destinato a finire nel novero delle “eterne promesse”. Il più delle volte non mantenute in effetti. Dopo il boom delle prime due stagioni in Serie A con il Sassuolo, la parabola presa dal (comunque) giovane calabrese sembrava in fase calante. Tanti gli alti e bassi in stagione, con predilezione per i bassi in molte fasi delle scorse due stagioni. Eppure quest’anno, complice l’arrivo in emilia di De Zerbi, le quotazioni sono in netto rialzo.

Proviamo a vedere, tramite l’analisi del suo ultimo punteggio ottenuto domenica nel torneo di Mastergoal, come sta andando la sua stagione e quanto possa essere al momento uno dei giocatori top in chiave scelte di formazione nei fantasy sport.

Inside Score: Domenico Berardi

Nell’ultimo match di campionato, Domenico Berardi ha fatto vedere il meglio di sè. Certo l’avversario (il Frosinone) non era particolarmente ostico, ma la giornata conclusa con tanto di Gol e ben 24,7 punti, è stata molto positiva.

Il Gol mancava all’appello da troppo tempo del resto, da quella seconda giornata di campionato disputata ormai a fine agosto. Ma Berardi non era nuovo a questo genere di “astinenza”, visto che anche nelle due scorse stagioni il suo tabellino non aveva chiuso con numeri particolarmente esaltanti (5 due stagioni fa, solo 4 la scorsa).

Ma i paragoni con il passato sembrano finire qua, perchè se negli anni scorsi lo ricordiamo soprattutto per qualche rigore sbagliato di troppo, o prestazioni spesso molto al di sotto della sufficienza (e parimenti, con punteggi non certo esaltanti), in questa prima metà dell’anno invece, abbiamo sempre visto numeri interessanti, almeno in ottica DFS.

La scelta di Berardi infatti, è stata pian piano ritenuta più che valida da molti fanta-allenatori, ed ora è stabilmente tra i più scelti, a seconda ovviamente della difficoltà della partita.

E la dimostrazione è proprio nel riassunto qua a fianco. Domenica naturalmente tutto è stato fortemente migliorato dalla realizzazione, ma proprio perchè non è esattamente il suo marchio di fabbrica al momento (solo 3 gol in stagione), c’era bisogno anche di una base di punti e di bonus diversa da cui partire. E c’è. La prima garanzia è quella che in ogni caso tira molto verso la porta. Parliamo di quasi 4 tiri a partita di cui 1 nello specchio (alias, 7 punti medi già in saccoccia a prescindere).

Poi ci sono i Cross, che a seconda della tipologia di partita e dell’avversario, portano comunque almeno altri 2 punti a casa ogni partita. Anche il dato di passaggi completati offre altri 2 punti stabili su cui poggiare. E ultimo, ma non ultimo, è un giocatore che subisce decisamente più falli di quanti ne fa, offrendo un saldo costantemente positivo anche in questo parametro.

Se a tutto questo, aggiungiamo anche quei bonus forti di cui sopra (dei Gol abbiamo detto, ma ci sono anche 3 Assist per lui, un dato che sicuramente andrà anche a migliorare nel corso della stagione), ecco che la scelta dell’attaccante del Sassuolo è in questo momento una delle più “sicure” del reparto. Ottimo quindi certamente per quei giochi dove è necessaria la costanza di punteggio (vedi i Sit&Go per esempio), ma anche una scelta utile per i tornei, dove sarà necessario inserirlo nelle nostre rotazioni.

Lascia un commento