Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

IL TOP TEAM DELLE SEMIFINALI

IL TOP TEAM DELLE SEMIFINALI

Particolarmente importante seguire i punteggi di questa tornata delle semifinali su Mastergoal, visto che in pratica ritroveremo nel week end gli stessi giocatori, seppur con incroci differenti (e naturalmente, con valenza molto diversa del match). Vediamo allora quali sono stati i migliori giocatori nei punteggi dei tornei di queste due partite che hanno finalmente decretato le finaliste del Mondiale di Russia 2018.

IL TOP TEAM DELLE SEMIFINALI

In porta la lotta è stata serrata, perchè sia COURTOIS (dello sconfitto Belgio) sia LLORIS (della vittoriosa Francia), avevano fatto molto bene nel primo match delle semifinali. Ma alla fine a spuntarla per un soffio (e meno di un punto) come migliore in campo, è PICKFORD, a cui però la sua splendida prestazione non è servita a regalare la finale.

In difesa tutto è girato come sempre intorno al bomber del reparto. In questa occasione a fare la fortuna dei fanta-allenatori sono stati UMTITI (che era anche uno dei più economici del lotto e quindi molto gettonato) e un devastante TRIPPIER (oltre alla punizione anche tante palle messe in mezzo per i suoi compagni).  Discorso simile anche per il terzo top del reparto, VRSALJKO. Tanta quantità di palloni verso i suoi avanti, tra cui l’assist decisivo per la vittoria. Quest’ultimo ancora più decisivo forse, visto che ci è voluto del coraggio per schierarlo nelle formazioni, a causa della tanta incertezza che lo riguardava per la titolarità (era in forte dubbio visto il mezzo infortunio della scorsa partita). Bene anche PAVARD, ormai stabile tra i migliori della difesa.

Piccole e grandi delusioni invece dal reparto di centrocampo. Il top dei punteggi fino ad ora, MODRIC, questa volta va appena oltre i 10 punti, davvero pochi visto che era presente in oltre il 50% di formazioni presenti. Alla fine è stato un arrivo al fotofinish per i migliori del centrocampo, con quattro giocatori tutti nell’arco di un solo punticino: CHADLI e DE BRUYNE per il Belgio, RAKITIC e BROZOVIC per la Croazia. Nessuno di loro arriva però nemmeno a 15 punti. Male LINGARD, che spreca le sue occasioni così come FELLAINI o ALLI.

In attacco tutti aspettavano KANE o HAZARD (entrambi presenti in oltre il 40% di formazioni), e invece ad essere decisivi sono stati gli outsiders. GRIZMANN a parte (lui il suo lavoro lo ha comunque fatto arrivando a sfiorare i 20 punti), sono stati MANDZUKIC e PERISIC a determinare non solo il passaggio storico in finale della Croazia, ma anche la vittoria nel torneo principale di Mastergoal (non a caso il vincitori li aveva messi in coppia).

Certo ora è tutto di nuovo azzerato per la finalissima, ma chissà che qualche deluso non cerchi riscatto proprio in quell’occasione.

Lascia un commento