Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

ANALISI ROTAZIONI: “FKTDAN” al Domenica Serie A

ANALISI ROTAZIONI: “FKTDAN” al Domenica Serie A

La vittoria nell’ultimo domenicale di Mastergoal è andata a “eldogie” che con una sola formazione iscritta si è aggiudicato il premio più importante (peraltro bissando il successo anche nel torneo di lunedì, per un week end davvero fortunato per lui). Ma per la nostra analisi sulle scelte e le strategie di gioco, siamo andati invece a pescare un altro dei nomi che molto spesso vediamo tra i top in classifica: “FKTDAN”.

Questa volta forse non ha fatto un gran profitto visto che la sua prima formazione è solo in 9° posizione, ma le sue scelte hanno comunque motivo di interesse. Vediamo il perchè.

Analisi Scelte e Rotazioni di FKTDAN

Partiamo dalla base come solito. FKTDAN ha iscritto 10 formazioni al torneo di Mastergoal, che ha visto registrarsi ben 848 iscritti alla fine. Nei suoi team ha utilizzato solo 23 giocatori, una cifra decisamente sotto la media anche considerando le sole due partite in programma. Più precisamente: 3 portieri, 8 difensori, 4 centrocampisti e 8 attaccanti.

Salta subito agli occhi un dato decisamente atipico, ma ci arriveremo con calma. I portieri sono abbastanza standard, con un RADU selezionato come primo protagonista nel 70% delle formazioni e il solo Lafont lasciato (anche abbastanza giustamente) fuori dai giochi.

Idee abbastanza chiare anche nel reparto difensivo, con CRISCITO e LARSEN tra i preferiti accompagnati più o meno frequentemente da altri giocatori (prevalentemente esterni) di Fiorentina, Sassuolo e Genoa. Non c’è stato molto spazio per centrali di difesa o chiamate alternative, che del resto in questa giornata non avrebbero portato molto vantaggio.

A centrocampo invece, c’è sicuramente stata una strategia molto differente da quello che siamo abituati a vedere. Idee chiarissime, e soli 4 giocatori in TUTTE le formazioni presenti: DE PAUL, LAZOVIC, VERETOUT e DJURICIC. Alla fine è andata che almeno tre su quattro si sono effettivamente rivelati tra i migliori di giornata, con il solo Lazovic vera delusione di punteggio. Si poteva ampliare un attimo il range di nomi in fase di scelta, giusto per evitare in caso di infortunio o flop di essersi giocati ogni possibilità di vittoria. Ma è una lama a doppio taglio: difficilmente avremmo incastrato un Fernandes o un Locatelli (i migliori nel punteggio) per esempio. Certo, così è davvero un po’ estrema come strategia. Per quanto si possa essere sicuri dei nomi.

Infatti in attacco sono stati impiegati davvero tutti i giocatori presenti sul campo. In modo da poter cogliere ogni occasione possibile. E qua, viceversa, forse si è esagerato nell’altro versante. BERARDI e CHIESA erano praticamente fissi, e ci può anche stare. Sul terzo slot sono girati davvero tutti gli altri, con un MIRELLAS impiegato decisamente sopra la media (più di MURIEL addirittura), e KOUAME più di SANABRIA. A questo punto, avendo un centrocampo fisso, forse si poteva immaginare una rotazione differente e più omogenea almeno in attacco.

La conclusione è comunque interessante, visto che ci pare una strategia molto mirata a massimizzare. Se Lazovic non avesse floppato e se anche solo uno tra Chiesa e Berardi avesse fatto buoni numeri, staremmo parlando di un risultato e di un profitto decisamente imponente, dato che praticamente tutte le formazioni avrebbero fatto un balzo in avanti.

E’ forse questo uno dei motivi per cui vediamo spesso FKTDAN arrivare con molte formazioni ai piani alti delle varie classifiche. Segno che le sue scelte molto drastiche vanno comunque spesso a segno. Forse accompagnata con un po’ troppa sicurezza, ma il punto è sempre il valutare quanto le giornate in cui andremo a “massimizzare”, saranno di più rispetto a quelle dove magari troveremo scarsa fortuna nelle scelte “fisse”.

Lascia un commento