Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

ANALISI ROTAZIONI: “Cassy2” al Serie A Domenica

ANALISI ROTAZIONI: “Cassy2” al Serie A Domenica

L’ultimo torneo domenicale di Mastergoal ha avuto certamente un vincitore assoluto, “Sethbass”, che ha piazzato le sue uniche due squadre iscritte proprio ai primi due gradini del podio. Impossibile quindi fare meglio, nè analizzare in qualche modo quella che è a tutti gli effetti una dote “naturale” dei vincenti: la fortuna. Possiamo però andare a vedere meglio le scelte del terzo classificato, “Cassy2”, che ha invece utilizzato tutte e 15 le formazioni possibili. Quali sono state le sue strategie di scelta? Approfondiamole insieme.

Analisi Rotazioni: “Cassy2”

Partiamo come sempre dai numeri di base, che parlano di un discreto attivo grazie a un terzo posto, un’altro team nella top10 e pure un terzo premio raggiunto. Certo con le sue quindici formazioni, sperava di centrare almeno uno dei primi due posti, ma c’è andato davvero vicino.

Per farlo aveva considerato una lista di giocatori composta da 31 giocatori totali, non molti rispetto al solito, così suddivisi per ruolo: 2 portieri, 8 difensori, 10 centrocampisti e 11 attaccanti.  

Scelta netta sui portieri, dove solo il match tra Frosinone (Sportiello) e Spal (Viviano è stato preso in considerazione. E’ andata bene però solo in un terzo delle formazioni, visto che SPORTIELLO si è rivelato un mezzo flop in questa giornata, specie se rapportato ai migliori che hanno dato un gap quasi incolmabile.

Altrettanto decise le scelte sui difensori, dove in pratica ci sono tutti i più gettonati di giornata, senza molto spazio per possibili sorprese e outsiders. Scelta che in effetti è piuttosto condivisibile visti i nomi in campo. Difficile infatti non prevedere KOLAROV, BIRAGHI e ANSALDI come i più utilizzati in questa giornata.

Qualche rotazioni in più invece nel reparto di centrocampo, ma anche in questo caso con le idee piuttosto chiare. IAGO FALQUE e VERETOUT in due terzi di formazione (in linea con la media generale comunque), così come KURTIC. Un po’ più utilizzato del solito invece è stato VIVIANI, tra l’altro con esito sfortunato visto che un infortunio lo ha tolto presto dai giochi lasciando quasi metà delle formazioni con un uomo in meno. Anche qua pochissimi nomi fuori dal canonico, tanto che l’utilizzo di VALZANIA in un terzo di team, va inteso proprio come scelta precisa che si è rivelata oltremodo corretta visto il buon punteggio finale (non a caso finito proprio nella rotazione migliore per il terzo posto).

Bagarre invece in attacco, ma visti i tanti nomi si poteva anche immaginare. Qua nessun giocatore è stato utilizzato molto oltre il 50%, con MURIEL dato come più frequente (non ripagata in pieno questa scelta), e il duo offensivo del Napoli, MILIK e MERTENS,  in metà esatta dei team. Poi tutti gli altri tentativi a seguire, con la doppia presenza di SIMEONE e VERDI che si incolonna però nella formazione giusta, consentendo un buon trio con il belga del Napoli.

In definitiva ci pare che le scelte di “Cassy2” siano state molto ponderate e mirate in quasi tutti i reparti, lasciando invece in attacco qualche rotazione aperta in più, dato come abbiamo detto piuttosto comprensibile viste le tante possibilità proprio in quel ruolo. Qualche scelta è stata disattesa abbassando le possibilità di vittoria, ma alla fine il pizzico di fortuna ha certamente aiutato per l’incrocio (quasi) vincente.

Una strategia solida e mirata sugli scenari e sui top giocatori previsti, con poco spazio per le sorprese, che però in questo caso ci pare possa essere una scelta molto sensata.

Lascia un commento