Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

FANTASTICA SFIDA – L’INTERVISTA DELLA SETTIMANA: “BELIEVERS10”

FANTASTICA SFIDA – L’INTERVISTA DELLA SETTIMANA: “BELIEVERS10”

Una nuova Fantastica Sfida su Fantasfida si è tenuta domenica 30 aprile e ha messo in palio, pure questa settimana, un ricco montepremi garantito di 11.000€.

Il torneo si è concluso con la vittoria di “Believers10” primo a 120 punti; in seconda piazza troviamo “InvernoMuto”, sempre a quota 120 punti, ma indietro per i maggiori crediti spesi; a completare il podio, in terza posizione, troviamo “nadjva” a 119 punti.

“Believers10” è dunque il protagonista della nostra “Intervista Improbabile” della settimana: andiamo a scoprire cosa ci ha raccontato!

FANTASTICA SFIDA – L’INTERVISTA DELLA SETTIMANA: “BELIEVERS10”

Protagonista della nostra Intervista Improbabile della settimana è dunque Stefano Giumelli, alias “Believers10”, vincitore della Fantastica Sfida di domenica 30 aprile con una lineup da 120 punti.

Ciao Stefano, complimenti per la fantastica vittoria ottenuta nel Fantastica Sfida. Ti aspettavi questo risultato?

Onestamente aspettavo questo risultato da un po’ di tempo. In questi due anni ho collezionato parecchi ottimi piazzamenti nel main event di FantaSfida (alcuni di voi mi conoscono come JimmyCash, nickname che utilizzo in tutte le piattaforme, ma che ho dovuto recentemente abbandonare su FantaSfida), ma mi è sempre mancata la zampata (o meglio la s*ulata) vincente.

La tua lineup vincente era composta da Consigli, Adjapong, Widmer, Joao Pedro, Birsa, Berardi e Insigne. Quindi, essenzialmente, hai puntato dritto sul Sassuolo. Spiegaci come sei giunto alla decisione di schierare questo settetto non prendendo in considerazione calciatori che hanno deluso come quelli della Fiorentina che, a dire il vero, hanno rovinato un bel po’ di lineup nel weekend appena trascorso.

Ecco, nella risposta precedente ho detto di aspettare da un po’ la vittoria del Fantastica Sfida, ma sicuramente non mi sarei mai aspettato di centrare il bottino pieno con questo settetto!!! Partiamo dal presupposto che in questa giornata tutte le partite nascondevano, a mio avviso, delle insidie. Né Fiorentina né Milan, in trasferta contro squadre affamate, mi convincevano fino in fondo e quindi ho provato a mischiare un po’ le carte. In particolare la mia squadra vincente, oltre al punto fermo Joao Pedro, presentava il blocco Sassuolo. Ma non pensate che sia un “mago”: nella mia lineup era presente anche una formazione con il blocco Empoli (Skorupsky, Pasqual, El Kaddouri)!!!

Ora facciamo un passo indietro e raccontaci: come e quando hai scoperto l’universo DFS?

Credo di essere stato uno dei primi ad avvicinarmi al mondo DFS, già nel lontano settembre 2015. Da vero malato di fantacalcio, quella pubblicità continua su Radio Sportiva non poteva certo lasciarmi indifferente…

Il tuo modo di vivere il calcio e le partite è cambiato da quando giochi ai DFS?

Beh certamente un po’ è cambiato. Tralasciando le partite della mia squadra del cuore, ho sempre seguito le altre partite in ottica Fantacalcio, ma mai e poi mai prestavo attenzione a una PR o a un PC. Diciamo che ora ogni singolo secondo di partita può nascondere esultanze… o imprecazioni!!!

I DFS sono per te un qualcosa da vivere in solitaria o da condividere con amici e appassionati come te, magari cercando di coinvolgere qualche potenziale nuovo giocatore?

Mi sono appassionato ai DFS insieme al mio ex coinquilino, e con lui ho giocato in società per qualche mese. Inevitabilmente, ognuno di noi due bramava dalla voglia di sapere dove sarebbe potuto arrivare giocando da solo, e pertanto le nostre strade da giocatori si sono separate (inutile dire che il primo messaggio dopo la vittoria di domenica sera aveva lui come destinatario). Ho inoltre provato a coinvolgere i partecipanti delle mie svariate leghe private fantacalcistiche e alcuni sono pure riuscito a farli iscrivere ma, purtroppo, nessuno ha continuato a coltivare questa passione.

Durante i live segui con attenzione l’andamento delle partite o sei più distaccato? Cerchi di prendere spunto per migliorare in presa diretta o lo fai a mente fredda dopo la fine dei tornei?

“Diretta gol” la domenica pomeriggio è sacra. Seguo l’andamento delle partite in modo maniacale, ma devo ammettere che l’unica piattaforma che ha un buon live, soprattutto da mobile, è FantaSfida. Per quanto concerne le altre piattaforme, fatta eccezione per il posticipo, guardo i risultati solamente a fine partita.

E, nello specifico della tua lineup che ha vinto la FantasticaSfida, come hai vissuto il live? C’era un brutto 2 di Widmer che poteva comprometterti la giocata.

Sinceramente ci sono state altre volte che ho sperato con più convinzione nella vittoria. Questa giornata mi presentavo al posticipo al nono posto con Insigne che doveva ancora scendere in campo contro la mia, ahimè, amata Inter. Da una lettura veloce delle altre formazioni, vedevo però una squadra al quarto posto con ancora Maurito che doveva scendere in campo, e una serie di formazioni alle mie spalle con Mertens. Diciamo che non ci speravo più di tanto, anche perché quel maledetto 2 di Widmer, uno dei peggiori difensori di giornata messo ovviamente in una sola rotazione, ma proprio nella squadra meglio posizionata, credevo fosse un macigno troppo pesante da reggere.

Alcuni ritengono che i DFS siano un gioco di pura fortuna, altri pensano che la bravura, a lungo andare, sia predominante: tu cosa ne pensi in merito?

Se ritenessi che i DFS fossero un gioco di pura fortuna, avrei abbandonato già da tempo. Ritengo che i DFS siano uno skill game, e se anche così non fosse, mi piace autoconvincermi che lo siano.

Quale tipologia di torneo preferisci e quale campionato ti appassiona di più?

Il torneo principe dei DFS è senza dubbio il Fantastica Sfida, inutile girarci intorno. Seguo (e gioco) praticamente tutti i campionati, ma finora i migliori risultati li avevo ottenuti con la Premier League, tanto che mi ero già guadagnato un’altra intervista da parte di FantaSfida per aver vinto i primi due Fantastica Premier in agosto.

Come approcci ai tornei di FantaSfida? Spiegaci la tua strategia di gioco.

Diciamo che mi ritengo una via di mezzo fra coloro che giocano full entries e coloro che giocano monoformazione. Gioco quasi sempre da 6x a 15x a seconda del tempo che ho a disposizione per studiare le rotazioni e delle partite in palinsesto.

Quando crei la tua lineup quali parametri tieni più in conto?

Senza dubbio tengo conto del possibile risultato delle partite in programma e poi tengo sempre sotto controllo il trend dei singoli giocatori.

A quale giocatore (o tipo di giocatore) non rinunceresti mai nelle tue formazioni? E quale invece non metteresti mai?

Tralasciando i mostri sacri quali Gomez, Nainggolan, Mertens, Belotti, fra quelli meno conosciuti (ma non certo per gli amanti dei DFS), apprezzo molto Rispoli e soprattutto Birsa, come dimostra la mia scelta di schierarlo anche questa giornata in trasferta, nonostante il Genoa avesse molte più motivazioni rispetto al Chievo. Se invece ci spostiamo in Premier League, grazie ai DFS, lo scorso anno ho avuto la fortuna di conoscere quello che, a oggi, è diventato uno dei miei giocatori preferiti e del quale ho da poco acquistato la maglietta: Dele Alli!!!

Cosa apprezzi di più di FantaSfida?

Beh innanzitutto i DFS sono nati con FantaSfida e per me resta la piattaforma regina dei DFS. Inoltre, come ho detto prima, è l’unica piattaforma con un’app all’altezza, che permette di seguire il live in modo entusiasmante.

Al contrario, cosa miglioreresti della room?

Avendo una matrice fantacalcistica, io adoro i tornei a classifica che coprono un certo periodo di tempo, anche annuale. Da questo punto di vista MasterGoal/FantaMister con le classifiche RACE mi hanno entusiasmato molto di più rispetto alla promo CLT10 di FantaSfida che, detto sinceramente, la trovo per nulla accattivante.

Grazie del tuo tempo Stefano. Ora, se vuoi, è giunto il momento per vantarti della tua fantastica vittoria oppure, se vuoi essere più sportivo, usa quest’ultima battuta per saluti e ringraziamenti!

Direi che l’intervista di per sé è già un’autocelebrazione, quindi mi limito a salutare tutti, con la speranza che il prossimo anno sia quello della vera consacrazione per i DFS (utopia???).

Dunque ancora tanti complementi a “Believers10” che ha ottenuto davvero uno strepitoso risultato!

E voi? Siete pronti per i prossimi main event di FantaSfida? Continuate a giocare che, magari, i prossimi “Intervistati Improbabili” potreste essere voi!

Lascia un commento