Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

Come avere vantaggi rispetto al valore dei giocatori su Fantasfida?

Quando dobbiamo scegliere la nostra formazione di giornata su Fantasfida, oltre alla qualità del giocatore la prima cosa che guardiamo è il suo valore in termini di crediti. In base a questo infatti, si stabilirà quanto del nostro budget riusciamo a risparmiare e quanto invece dovremo per forza sborsare se vogliamo aggiudicarci il nostro giocatore preferito.

Come funziona l’assegnazione del valore?

Su Fantasfida, l’assegnazione del valore per ogni giocatore è affidata ad un algoritmo che in base ad alcuni parametri decide come assegnargli un determinato punteggio. Ovviamente esso potrà variare di giornata in giornata a seconda delle prestazioni di quel determinato giocatore, ma quello che dobbiamo fare noi è cercare sempre di trarne il massimo vantaggio.

E’ un po’ come il lavoro che fanno tutti i giocatori di betting che cercano costantemente di trovare quel margine di vantaggio rispetto alle quotazioni dei bookmarkers. Più riusciamo a scovare punti a nostro favore, più avremo probabilità di vincere sul lungo periodo.

Quali sono i vantaggi che possiamo avere?

Tornando a Fantasfida, è chiaro che l’algoritmo cercherà sempre di dare un valore abbastanza proporzionato al giocatore, ma da quanto possiamo vedere fino ad ora, possiamo ancora utilizzare qualche suo difetto per nostro vantaggio. Vediamo quali in particolare:

1) Valore sproporzionato: cominciamo intanto a verificare che non ci siano giocatori il cui valore sia particolarmente sbilanciato a nostro favore. Ovvero quei casi in cui l’algoritmo non ha ancora affinato i suoi parametri e risulta discordante dal valore reale. E’ per esempio il caso di un Riccardo Saponara, tra i top player in base al suo rendimento, ma ancora con un valore in crediti di circa 11.455, ampiamente sotto il suo reale valore in termini di punteggio portato.

2) Partita più o meno agevole: uno dei punti che probabilmente l’algoritmo non ha ancora toccato è quello di verificare la “facilità” della partita del giocatore in questione. Un Paulo Dybala per Fantasfida vale sempre 18.420 crediti, sia che giochi contro il Napoli sia che giochi contro il Carpi. Dal canto nostro per fortuna possiamo invece valutare la difficoltà della partita per ogni giocatore.

3) Gioca in casa o in trasferta: altro punto in questione è sapere il rendimento di un giocatore quando la sua squadra gioca in casa o in trasferta. Di nuovo per l’algoritmo di fantasfida il valore sarà sempre uguale, ma noi sappiamo benissimo che spesso il rendimento è molto più alto in casa per molti giocatori (o a volte viceversa). Un Fabio Quaglierella è quasi sempre un buon acquisto, ma se è vero che ha sempre lo stesso prezzo, di certo conviene più metterlo in squadra quando gioca in casa con un Torino sempre vincente, che non in una trasferta magari ostica.

4) Infortuni: quando un giocatore è infortunato, di solito non è nemmeno selezionabile su Fantasfida. Ma ci sono alcuni momenti che possiamo sfruttare a nostro vantaggio. E’ il caso per esempio, di un giocatore appena rientrato da infortunio, che molto probabilmente avrà ancora un prezzo basso per via delle sue ultime statistiche ma che sappiamo essere pronto. O viceversa, evitare un top player appena rientrato con un prezzo molto alto se abbiamo dubbi sul fatto che sia già in forma.

5) Occhio alle “piccole”: se diamo un occhio al valore dei giocatori nelle squadre top, vediamo subito come risultino estremamente più costosi rispetto alle squadre più piccole. Questo però non vuole sempre dire che siano anche nettamente più redditizi in termini di punteggio. Ci sono ottimi giocatori sotto prezzo anche nelle “piccole” che possiamo sfruttare nella nostra formazione (risparmiando anche crediti). Per esempio, secondo voi è più forte Matos (del Carpi) o Bacca (del Milan)? Se dovessimo scendere in campo forse non avremmo dubbi, ma se invece giochiamo a Fantasfida, devo dirvi che sarebbe meglio prendere Matos: costa molto meno (7 mila contro più di 17), ha fatto molti più punti (86 contro 70).

Lascia un commento