Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

Fantasfida: quanto è utile fare “Team Review”?

Malgrado punteggi ancora da sistemare, malgrado qualche statistica fornita non proprio impeccabile, nei fantasy game è decisamente importante la fase di “studio” dei giocatori per essere vincenti nel lungo periodo. Il fattore “alea” anche su Fanta sfida è ovviamente decisivo nei singoli tornei (se la nostra punta si infortuna dopo dieci minuti, non possiamo farci niente), ma sono tante le cose che possiamo fare per cercare di massimizzare le informazioni in nostro possesso.

Dell’iter per la scelta della formazione abbiamo già parlato, quello di cui invece vogliamo discutere oggi è la possibilità (o la necessità) di fare quella che potremo definire “Team Review”.

Cos’è la”team review”?

I giocatori di poker avranno già dimestichezza con questo termine, che nel loro caso diventa “hand review”. Si tratta in pratica di prendere le loro mani giocate (almeno le principali, quelle che ci hanno dato dei problemi o al contrario quelle da cui abbiamo estratto valore) e analizzarle approfonditamente per verificare se abbiamo fatto errori o se abbiamo raggiunto il massimo.

Nel caso di Fantasfida, potrebbe diventare altrettanto utile riprendere le nostre formazioni (alcune, quelle migliori per esempio) e verificare quali scelte sono state corrette, quali completamente fallaci, quali avremmo potuto selezionare meglio. Altrettanto utile, magari, confrontarle con le squadre top del torneo di riferimento: quali giocatori hanno scelto gli altri meglio dei nostri?

Prendiamo per esempio una formazione schierata al torneo da 1€ “Mini Speciale 1000€ GRT” e vediamo quali informazioni possiamo ricavare dall’analisi post-partita.

Analisi post-partita

Ecco la formazione presa in esame, 61 punti in totale (non moltissimi) arrivata ovviamente molto oltre la zona dei premi. E a fianco quella che invece ha vinto il torneo. Vediamo posizione per posizione come sono state le nostre scelte e soprattutto cosa potremmo fare per migliorare:

Fantasfida: Team Review

 Portiere: Reina (Napoli, 6 Punti)

La nostra scelta del portiere non si è rivelata troppo sbagliata. E’ vero, dall’altra parte c’è quello che al momento è il miglior giocatore del ruolo e che nonostante il gol subito ha saputo portare ben 9 punti.
Cosa possiamo migliorare? Forse ci siamo focalizzati troppo alla ricerca della “rete inviolata” (che abbiamo anche preso tra l’altro), dimenticando che in serie A contano tanto (e portano tanti punti) anche le parate. Magari potremmo fare più attenzione al match del portiere che vorremmo scegliere, optando per partite anche leggermente più combattute (Skorupski in Empoli-Genoa avrebbe garantito anche più punti).

Difensori: Letizia (Carpi, 12 Punti) e Pereira (Sampdoria, 0 punti)

Peccato, siamo riusciti a scegliere uno dei più bravi del turno come Letizia (anche un gol per lui) accompagnandolo però con Pereira che non è nemmeno sceso in campo. Uno “Zero” che comincia già a pesare nella distanza di punteggio tra noi e il vincitore. Adam Masina lo avevo segnato, costava poco e aveva un buon rendimento, ma non ci siamo fidati di inserire due difensori della stessa partita. Ma questo non è fantacalcio, dovremmo pensare più alle prestazioni dei singoli.
Cosa possiamo migliorare? La prima cosa che dobbiamo imparare, è a dare più peso a chi scende in campo. Inserire Pereira è stato un grosso errore. Ok, lo avevamo visto in molte delle probabili formazioni prima della partita, ma era sicuramente possibile scegliere opzioni meno rischiose. Non ci si può permettere, se vogliamo vincere, di scendere in campo con un giocatore in meno. Più attenzione alle formazioni iniziali.

Centrocampisti: Vazquez (Palermo, 7 Punti) e Gomez (Atalanta, 10 Punti)

L’attaccante del Palermo era in forma, ha fatto una buona partita e forse non gli hanno nemmeno segnato tutti punti reali. Insomma un acquisto comunque che non possiamo mettere tra gli “errori” nonostante i pochi punti portati (in effetti ce l’aveva anche la squadra vincente). Quella di Gomez invece dovrebbe farci pensare: è vero che era super in forma e che l’Atalanta gioca bene anche grazie a lui, ma la partita in trasferta contro una Juve in cerca di riscatto era la partita giusta per metterlo in campo? Forse no.
Cosa possiamo migliorare? Come sopra, ancora attenzione alle ultime dai campi per la formazione iniziale, visto che Gomez è sceso in campo solo a partita in corso (missando di fatto parecchi punti utili). Inoltre c’è da stare più attenti anche alla partita dei giocatori che scegliamo. Soprattutto, stanno giocando in casa o fuori? C’è una grande disparità di punteggi tra le squadre che giocano in casa e quelle fuori, non è un caso se la squadra che poi ha vinto ha puntato su Ilicic (pur se in una partita difficile come quella contro la Roma). Ok, è vero che quei passaggi chiave gridano vendetta, ma il punteggio era comunque meglio del nostro Gomez.

Attaccanti: Insigne (Napoli, 18 Punti) e Pucciarelli (Empoli, 8 Punti)

Difficile pensare a un top player diverso da Insigne per il nostro attacco su Fantasfida, del resto la sua media è impressionante e non può essere mai un errore metterlo in campo. E’ vero che Dybala questa volta ha fatto veramente sfracelli con i suoi 48 punti, ma sono due intercambiabili campioni del gioco (magari la prossima volta faranno punti in maniera inversa). Più difficile difendere la scelta di Pucciarelli: per carità un ottimo player che porta sempre la sua buona dote, onesta, di punti. Ma per l’appunto, onesta. Difficile vederlo fare la classica barcata di punti e la partita non era nemmeno delle più facili. Facile ora dire che sarebbe stato meglio l’attaccante dell’udinese scelto dalla squadra vincente, ma forse avremmo potuto scegliere meglio il compagno del nostro top player (lo stesso Di Natale avrebbe portato quasi il triplo dei punti).
Cosa possiamo migliorare? Il secondo attaccante non è un “gregario” qualunque. Dobbiamo cercare di analizzare meglio i giocatori e le partite da cui andiamo ad attingere. Ok scegliere un top costoso come prima punta, ma sulla seconda vale la pena riprendere in mano i nostri appunti di giornata dopo averla scelta. Siamo sicuri sia la partita giusta per lui? Siamo sicuri che non riusciamo a limare in altri reparti qualche credito per prendere un giocatore più forte? Gioca in casa o in trasferta? Insomma più attenzione anche in questo caso.

Lascia un commento