Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

PLAYER ON FIRE: Leonardo Pavoletti (Cagliari)

PLAYER ON FIRE: Leonardo Pavoletti (Cagliari)

Non è certo un nome nuovo in chiave fantasy sport, ma il buon Leonardo Pavoletti sta vivendo un inizio stagione davvero molto interessante con il suo Cagliari. E “suo” è proprio il termine giusto visto che sta diventando sempre più determinante e decisivo come fulcro d’attacco del gioco rossoblu. Cerchiamo allora di analizzare questo suo buon avvio, andando ad approfondire i numeri del suo campionato.

Player On Fire: Leonardo Pavoletti (Cagliari)

Lo score di Gol di questo inizio stagione, basterebbe già a definire l’ottima partenza del ventinovenne attaccante del Cagliari. Sei le reti all’attivo fino ad ora, di cui 4 segnate nelle ultime 5 partite giocate (saltando la marcatura solo in quella contro la Juventus).

Un momento di ottima forma quindi, da tenere in alta considerazione per le prossime giornate di scelte visto che sembra chiaro come potrebbe essere ancora lui il terminale decisivo dell’attacco sardo.

Punto di forza, manco a dirlo, il suo colpo di testa. Ben 5 dei suoi 6 gol sono stati realizzati in questo modo, e quanto sia forte in questo parametro, lo vediamo anche dal dato sui “duelli aerei”: 122 in totale di cui 80 vinti.

Segno di quanto sia importante il suo apporto non solo come realizzatore, ma anche come punto di riferimento per fare da sponda, per rialzare la squadra, per trovare una soluzione sicura nei momenti difficili della partita.

Ovvio che un Pavoletti senza marcatura all’attivo non consentirà di fare grandi punteggi, ma la sua “base punti” in questa stagione sembra considerevolmente più alta di quanto forse eravamo abituati a vedere.

Forse troppi falli, rispetto a quelli subiti, ci portano un gap negativo in generale, ma il suo apporto in fase conclusiva con Tiri e Tiri in porta, è buona garanzia almeno di qualche punto utile anche quando le cose non dovessero andare benissimo.

Apporto che potrà arrivare magari anche in misura minore dai passaggi, dai contrasti (almeno quelli dati dai duelli aerei appunto), e da qualche Assist raro, ma non impossibile.

Più difficile invece trovarlo attivo sui cross, ovviamente, visto che proprio dalle fasce (Srna in particolare) arrivano a pioggia sulla sua testa.

Dal ruolino di marcia, ci pare evidente anche come sia un giocatore decisamente “letale” contro squadre di pari livello (a segno non a caso con Bologna, Chievo, Spal e Sassuolo per esempio), dove offre anche ottime prestazioni generali potendo contare su una fisicità eccellente e su un centrocampo che lo rifornisce di tanti palloni. Un po’ più in difficoltà invece con le squadre di fascia alta, visto che si trova spesso di fronte a difese ben più arcigne e i palloni giocabili sono molti meno.

Occhio quindi al calendario del Cagliari, ma soprattutto in casa, il buon Pavoletti può sempre essere considerato un’ottima scelta, soprattutto in questi periodi di forma smagliante.

 

Lascia un commento