Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

INSIDE SCORE: Sensi (Sassuolo)

INSIDE SCORE: Sensi (Sassuolo)

Siamo sempre molto attenti alla propensione offensiva dei giocatori per quanto riguarda le scelte di formazione nei fantasy sport. Il peso di Gol e Assist incide ovviamente in maniera determinante sul punteggio. Però è anche vero che molto spesso sono i giocatori più solidi e costanti a darci le maggiori sicurezze, specie quando oltre ad una base punti quasi fissa, abbiamo anche qualche possibilità di bonus extra. Ecco perchè la prestazione di SENSI nell’ultima domenica di tornei su Mastergoal, è stata particolarmente interessante e abbiamo voluto analizzare il suo percorso fin qua.

INSIDE SCORE: Sensi (Centrocampista – Sassuolo)

La parabola di ascesa di Sensi, è a dire il vero cominciata da tempo. Prima con sporadiche apparizione, tutte comunque abbastanza convincenti, e poi via via prendendosi il ruolo di leader del centrocampo emiliano. Un ruolo che oltre naturalmente a partecipare molto al gioco sul campo, è particolarmente adatto anche ai parametri in chiave fantasy sport.

Non è un caso infatti, se i suoi punteggi sono stati sempre molto costanti nel tempo, anche a prescindere dal risultato sul campo. Segno che può contare su una base punti molto affidabile. Utile quindi sia quando abbiamo bisogno di un punteggio sicuro (per esempio quando giochiamo nei Sit&Go o nei tornei One Shot), sia però durante i Tornei dove non è impossibile vederlo ottenere anche bonus extra per fare un punteggio tra i Top di giornata.

Che è poi quello che è successo anche domenica scorsa, in un pomeriggio dove peraltro non si sono visti grandi punteggi, il suo è risultato essere tra i migliori, anche senza una marcatura. Ha ottenuto si, un assist, ma come vediamo avrebbe ottenuto un ottimo punteggio anche senza.

Di Gol del resto, fino ad ora ne ha segnato soltanto uno, su 19 partite disputate. Due invece gli assist. Come vediamo quindi, non particolarmente incisivi sul punteggio. Ciò nonostante, nella nostra analisi possiamo vedere come il totale si sia mantenuto su ottimi livelli. Sia se prendiamo la media generale (10,15 punti a partita), sia se la valutiamo sui 90 minuti (quindi quello che mediamente potrebbe fare giocando tutti e 90 i minuti da titolare).

La chiave di volta sono alcuni parametri su cui c’è una certa costanza di rendimento. Di certo vediamo come non disdegni provare il tiro, ma è soprattutto in fase di proposizione di gioco che troviamo i valori più interessanti. I cross tentati per esempio garantiscono già una base di almeno 2 punti partita quasi fissa, a cui possiamo tranquillamente aggiungere un saldo nettamente positivo di falli (ne subisce quasi il doppio di quanti ne faccia).

Altri bonus arrivano dai contrasti (ben 7 nell’ultima partita) e dai passaggi (compreso qualche intercetto). Insomma, un giocatore davvero utile a 360° e particolarmente indicato per le nostre scelte, soprattutto in partite casalinghe dove il pallino del gioco è quasi sempre nelle mani degli uomini di De Zerbi (a prescindere anche qua dal risultato finale, tanto è vero che nell’ultima prestazione top, la squadra ha pareggiato in casa contro la Spal).

Lascia un commento