Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

I migliori della stagione d Serie A – La Top50 dei difensori

I migliori della stagione d Serie A – La Top50 dei difensori

Chi dice che molto spesso le vittorie (calcistiche) si costruiscono a partire da una buona difesa, probabilmente sarebbe un buon fanta-allenatore di fantasy sport. Abbiamo infatti vissuto sulla nostre pelle quante volte (soprattutto con tornei in due partite) tutto si è deciso proprio scegliendo i difensori migliori, sia per un gol di qualche centrale che (più frequentemente) per le buone prove dei terzini.

Vediamo allora quali sono stati i Top50 del reparto, che ha visto molte più conferme rispetto alle possibili sorprese (rare).

La Top50 dei difensori di Serie A

Con sole quattro apparizioni in campo, CEDRIC SOARES non può essere preso in considerazione come miglior difensore del campionato, ma di certo la sua media elevatissima porta con sè qualche rimpianto (soprattutto per l’Inter) per quello che avrebbe potuto fare. Via libera quindi al nome forse più atteso della vigilia, un KOLAROV che malgrado le critiche iniziali (dei suoi stessi tifosi), in campo si è sempre mostrato al Top e nella parte finale poi ha aumentato ancora il ritmo, con tanto di record di Gol assoluto per lui.  Il suo compagno di squadra FLORENZI, è diventato parimenti uno dei big non appena spostato nel reparto difensivo, viste le sue innate caratteristiche spiccatamente offensive.

In mezzo il ritorno di GHOULAM dopo il lungo doppio infortunio, anche per lui una crescita graduale ma costante che lo ha visto di nuovo al top della forma solo nell’ultimo spezzone di campionato. Benissimo anche il suo compagno che lo ha sostituito però, con MARIO RUI sempre con medie molto alte. Il resto della Top10 vede ancora una volta protagonisti molti terzini di spinta, da ANSALDI (che stacca nettamente i suoi compagni IZZO e DE SILVESTRI), passando per CANCELO (di poco davanti al compagno di reparto ALEX SANDRO) e CRISCITO.

Unica eccezione è MANCINI; che come anche gli altri centrali atalantini, è riuscito a ritagliarsi anche quest’anno un ruolo di primo piano anche nella fase più offensiva (non a caso anche TOLOI è lì vicino). Bene anche BIRAGHI (che gode però soprattutto dei parametri bonus, perchè le sue prestazioni non sono sempre state all’altezza), SRNA (stessa cosa) e GOSENS (viceversa spesso determinante).

E’ stata anche la stagione di qualche nuova sorpresa, come DI LORENZO (autore anche di gol importanti) o un DIMARCO che ha dovuto scontare un lungo infortunio ma nel finale ha mostrato sprazzi di ciò che potrebbe fare (magari già dal prossimo anno).

Lascia un commento