Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

I migliori della stagione d Serie A – La Top50 degli Attaccanti

I migliori della stagione d Serie A – La Top50 degli Attaccanti

I giochi sono fatti. La Juventus è per l’ennesima volta campione d’Italia. Napoli, Atalanta e Inter la seguiranno in Champions League. Milan, Roma e Lazio invece saranno protagoniste nell’Europa League. E Chievo, Frosinone ed Empoli invece dovranno affrontare il prossimo anno nella serie cadette. Questi i verdetti della stagione 2018/2019 di Serie A. 

Ma ancora più interessante in questa fase di decompressione calcistica, valutare quali sono stati alla fine i migliori giocatori in chiave fantasy sport. Cominciamo la nostra analisi conclusiva con gli Attaccanti, in una Top50 secondo la media punti (calcolata sui 90 minuti) che riserva più di qualche sorpresa probabilmente. Anche se sul primo della lista, i dubbi erano pochi, il migliore di stagione infatti è proprio lui, CR7.

La Top50 degli attaccanti di Serie A

Ci hanno fatto gioire, a volte. Altre invece ci hanno deluso. La scelta degli attaccanti nelle nostre formazioni di fantasy sport è sempre stato un momento topico per tentare la vittoria nei vari tornei. Nel singolo evento del resto, sappiamo come può succedere di tutto. Ma al termine della stagione, è indubbio che le scelte migliori dovrebbero aver portato i loro frutti. Motivo per cui per molti non sarà una sorpresa trovare diversi nomi molto gettonati per tutto l’anno tra i primi posti di questa Top50 dei migliori attaccanti della Serie A.

In particolare, facile pronosticare come in pole position non possa che esserci lui: CRISTIANO RONALDO. Miglior punteggio medio in assoluto in stagione e ovviamente migliore del reparto. La media gol migliore sui novanta minuti non è la sua (Kean 1 gol a partita, ma con decisamente meno apparizioni in campo), ma per quanto riguarda i tiri in porta non ha avuto rivali. Proprio dietro di lui, forse non in molti si aspettavano di vedere il buon MERTENS, che pian piano è ritornato sui suoi soliti livelli e alla fine anche se non sempre impiegato da titolare, si è preso qualche soddisfazione.

Meno forse di quante ne ha prese GOMEZ, che pur in una stagione in cui ha segnato relativamente poco, si è però preso in mano la squadra portandola al risultato storico con una costanza pazzesca. Così come QUAGLIARELLA, che alla veneranda età si è regalato la classifica di capocannoniere anche lui con medie molto costanti per tutto l’anno.

E scorrendo la classifica vediamo come anche INSIGNE, nonostante le tante critiche e alcuni momenti non certo memorabili, è sempre lì davanti in quanto a punteggi, come pure PEROTTI che anche se poco impiegato non ha fatto mai mancare il suo apporto. ZAPATA vero mastino è in top10, anche se con risultati decisamente più altalenanti e gol/dipendenti, mentre forse la sorpresa della parte alta è (a parte Keita che però ha giocato davvero poco) quell’ORSOLINI che ha trovato la consacrazione proprio con l’arrivo di Sinisa sulla panchina del Bologna.

Dopo un avvio sparato, bene ma forse con qualche rammarico in più i vari SUSO, MILIK e certamente PIATEK (devastante quando segna, ma totalmente abulico nelle altre partite). Così come DZEKO o IMMOBILE, entrambi non certo alla loro migliore stagione (per non parlare di ICARDI). Le sorprese forse arrivano da YOUNES e VERDI, entrambi non molto impiegati (per infortuni e scelte tecniche), ma che però almeno in ottica di punteggi fantasy sport sulla media dei 90 minuti avrebbero fatto abbastanza bene.

Stupisce anche, visto il loro ottimo campionato, anche vedere così in basso in classifica sia PALACIO sia CAPUTO, con il primo però troppo poco incisivo sotto porta e il secondo invece in fase nettamente calante dopo una prima parte strepitosa. Viceversa, ci si immaginava certo di più vedere i vari SANABRIA o MURIEL, che a parte le primissime uscite, hanno contribuito davvero poco dopo il loro arrivo nel mercato invernale.

Lascia un commento