Registrati ora o effettua il login per leggere gratis tutti gli articoli di improbabile.it

I CENTROCAMPISTI DELLE SQUADRE DI SERIE A

I CENTROCAMPISTI DELLE SQUADRE DI SERIE A

Dopo i difensori, il nostro excursus per vedere la situazione dei giocatori nelle squadre di serie A dopo la terza giornata, prosegue con il reparto dei centrocampisti. Una zona dove da sempre è molto difficile riuscire a inquadrare le scelte migliori, a parte i soliti Top player, e dove è altrettanto importante capire il “polso” dello stato di forma e dello sviluppo del gioco.

Ecco allora una prima analisi sulla situazione al momento nei venti team del campionato, oltre a una sorta di TOP15 provvisoria in base alle prospettive di punteggio e alle potenzialità dei vari giocatori.

I CENTROCAMPISTI DI SERIE A: LA TOP15 E L’ANALISI DELLE 20 DI SERIE A

Come si può vedere dalla grafica, che rappresenta solo un’idea di quali potrebbero essere i due nomi più attesi per potenzialità e interesse di ogni team, per alcune compagini il livello di scelta è veramente molto alto e due nomi forse non sono nemmeno abbastanza per rappresentarlo. Per altre invece, forse sono anche troppi.

Un gap che ci fa capire quanto sia poi importante leggere davvero non solo gli scenari in campo, ma anche lo stato di forma dei giocatori. Ecco che nell’Atalanta vista fino ad ora, per esempio, l’ampio turn over di Gasperini ci ha messo di fronte a realtà differenti, passando da un E.RIGONI a un PASALIC come nuove forze, ma anche tenendo FREULER o DE ROON sempre al centro delle scelte. Nomi tutti parimenti interessanti, da valutare di volta in volta a seconda dei casi.

Nelle medio piccole i casi di giocatori veramente al top nei nostri taccuini di scelta, sono veramente rari. Certo nel Cagliari i nomi ci sono, dai BARELLA e CASTRO che tanto bene avevano fatto la scorsa stagione (ma non hanno iniziato al meglio questa), fino a un JOAO PEDRO da rivalutare al rientro dopo la squalifica. Così come nel Chievo, in una desolazione di qualità, almeno GIACCHERINI e BIRSA possono offrire scelte utili soprattutto in casa.

Praticamente tutte le emiliane non danno ancora affidamento nel reparto: tra Parma, Bologna e Spal facciamo fatica a individuare un nome davvero da non perdere. Così come per il Frosinone del resto. Discorso a parte invece per l’Empoli, che ci ha proposto subito una bella sorpresa come ZAJC, un nome davvero molto utile fin e con ancora margini di miglioramento per le nostre formazioni.

Qualche nota lieta in più nel reparto delle squadre di medio livello, dove alcune sorprese come BOATENG o persino un SAPONARA tornato se stesso alla corte di Giampaolo, si alternano a nomi già noti come IAGO FALQUE o DE PAUL, e ancora di più a un FOFANA che ha cominciato attivo come non mai la stagione (soprattutto in chiave DFS dove è tra i top per tiri e tiri in porta).

Poi ci sono i soliti Top Player, molti dei quali li vediamo nella TOP15 che abbiamo provato ad estrapolare per visualizzare meglio la tanta qualità e le tante possibilità di scelta. Difficile dare una graduatoria reale, ma in generale è evidente come un BERNARDESCHI abbia cominciato alla grandissima e potrebbe essere la vera rivelazione di stagione (ma con PJANIC sempre pronto a servire assist e palloni), mentre al contrario per LUIS ALBERTO e SAVIC la strada per la migliore condizione non è ancora giunta al suo apice, motivo per cui solo in apparenza potrebbero essere appena indietro nelle gerarchie.

Classifica in cui, posizione a parte, meritano sicuramente un posto alto il duo dell’Inter composto da POLITANO e NAINGGOLAN (a fortune alterne) e quello del Napoli con ZIELINSKI anche goleador e un ALLAN letteralmente padrone del centrocampo partenopeo al momento.

Insomma tantissime possibilità e in continua evoluzione, ma certo questi nomi non possono essere ignorati nella nostra lista più o meno lunga di scelte.

Lascia un commento